in

Mercedes: le principali novità fino al 2024

Da qui al 2024 Mercedes attraverserà dei grossi cambiamenti. Ecco quali sono le più importanti novità previste nel prossimo futuro.

Mercedes

Mercedes sta gradualmente convertendo il suo portafoglio in uno completamente a zero emissioni. Dal 2025 ci saranno solo piattaforme elettriche da Stoccarda e nello stesso anno verranno presentate direttamente tre nuove architetture, come ricorda il magazine tedesco Auto Bild, nella fattispecie:

  • MB.EA sarà la base per modelli di medie e grandi dimensioni;
  • AMG.EA sarà riservato al marchio sportivo, pensato in particolare per garantire prestazioni alquanto elevate;
  • VAN.EA sarà la sottostruttura per la prossima generazione di furgoni e veicoli commerciali.

Mercedes: nessuna data fissata per l’addio del motore a scoppio

Tuttavia, a differenza di altri produttori, non è finora noto quando la Mercedes dovrebbe dire definitivamente addio al motore a combustione. La Casa automobilistica con sede a Stoccarda rende, infatti, tale decisione dipendente dal mercato. Il numero uno del gruppo Daimler, Ola Källenius, ha puntualizzato che si sentiranno pronti al grande passo laddove il business sarà totalmente votato alle vetture green entro la fine del decennio.

Poiché più auto elettriche significano pure più batterie, il brand tedesco ha in mente di sviluppare una inedita generazione standardizzata. Questo pare varrà per il 90% dell’ammontare globale. Per realizzare celle di batterie in dote sufficiente, saranno costruiti otto enormi stabilimenti con partner in tutto il mondo.

Mercedes EQC FreeLease

In particolare, Auto Bild prevede che tre modelli occuperanno un peso determinante negli anni a venre. Si parte con Mercedes EQC, che dalla combustione termica sarà ricaricabile alla presa. Lo sviluppo dell’elettromobilità non lascia “indenne” un vetereno. Attraverso uno studio illustrato all’IAA 2021 di Monaco, il marchio ha mostrato l’idea della Classe G circolante negli uffici aziendali.

Il design si basa strettamente sulle iconiche forme, finora tenute invariate. Per sfoggiare tuttora le abilità da fuoristrada nell’era corrente, vengono conservati i blocchi del differenziale, la riduzione del cambio et similia – la trazione integrale è ovviamente configurata. Buona notizia: la versione a combustione rimarrà per il momento nella gamma e sarà offerta in parallelo.

Mercedes SL

Proseguiamo con la Mercedes-AMG SL, destinata a tornare una sportiva nel vero senso della parola. Dotata di una configurazione 2+2 e di una capote classica, ha certamente un’impronta più dinamica del predecessore. Per garantire la qualità dei lavori, la divisione sportiva AMG se ne occupa in prima persona.

L’AMG GT funge da distributore di piattaforma. In aggiunta, la roadster accoglie per la prima volta la trazione integrale 4Matic+, interamente regolabile. Non è ancora detto che la proposta top-level confermi un V8 da quattro litri. In tal caso, una SL 73 elettrificata sarebbe in grado di sprigionare fino a 800 CV.

Mercedes GLC F-Cell

Infine, fedele al caratteristico look, la Mercedes GLC, rivale per eccellenza della Volkswagen Tiguan risalirà sul quadrato per un secondo round nel 2022. L’estetica sarà adattata, ma non bisogna pensare a rivoluzioni. All’interno, la consolle centrale potrebbe essere dominata da un ampio schermo, sulla falsariga della Classe S.

Sotto il cofano largo ai propulsori della Classe C, ovvero dei quattro cilindri esclusivamente elettrificati. Di conseguenza, il cambio manuale dovrebbe essere abolito nel suv, mentre la trasmissione automatica 9G-Tronic costituirebbe l’opzione standard.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!