Mercedes: primo semestre negativo in Giappone ma la leadership del mercato è al sicuro

Mercedes registra un primo semestre negativo in Giappone, un mercato dove i brand stranieri ricoprono un ruolo di secondo piano (per quanto riguarda i volumi di vendita) ma attraggono in particolare gli appassionati del mondo delle quattro ruote ed i clienti disposti a spendere cifre importanti per acquistare un’auto premium.

Nonostante un buon mese di giugno, chiuso con oltre 6 mila unità vendute ed una leggera crescita rispetto al giugno del 2018 (+0.9%), Mercedes chiude in negativo il primo semestre del 2019 in Giappone. La casa tedesca deve “accontentarsi” di un totale di oltre 31 mila unità vendute sul mercato giapponese con un calo del 2.3% rispetto ai risultati ottenuti nel corso del primo semestre dello scorso anno.

Da notare, in ogni caso, che Mercedes riesce a far meglio del mercato delle auto d’importazione in Giappone, in calo del 3.5% nel corso del primo semestre del 2019. Per effetto di questi risultati, la quota di mercato della casa tedesca è del 18%, in netta crescita rispetto al 17,3% dello scorso anno.

La leadership di Mercedes in Giappone è al sicuro

Mercedes conserva e rafforza la leadership nel mercato import giapponese. La casa tedesca, infatti, distanzia il marchio Volkswagen, secondo brand per unità vendute in Giappone con un totale di 24 mila unità distribuite ed un calo percentuale pari al -7.4% rispetto ai dati dello scorso anno.

Ancora lontana BMW che si ferma a 23 mila unità vendute registrando, di fatto, lo stesso risultato ottenuto lo scorso anno. Considerando solo i brand premium, Mercedes può contare su di una leadership molto solida in Giappone con oltre 8 mila unità vendute in più rispetto a BMW. Molto più indietro Audi che si ferma a 11 mila unità vendute e registra un calo del 20% rispetto ai dati raccolti nel corso del primo semestre del 2018.

Looks like you have blocked notifications!