Mercedes si trova ad affrontare potenziali azioni legali contro i dispositivi illegali di alcuni veicoli diesel

Mercedes
Mercedes

Mercedes si trova di fronte a un potenziale ricorso in Alta Corte promosso da migliaia di automobilisti per “dispositivi illegali” che sarebbero stati installati nei veicoli diesel del costruttore per “imbrogliare” i test sulle emissioni. Due studi legali, che sarebbero dietro una simile azione collettiva già intentata contro la Volkswagen, che è arrivata in seguito allo scandalo delle emissioni “dieselgate”, stanno studiando la possibilità di un’azione legale contro Mercedes.

Ad aprile, circa 90.000 automobilisti che hanno acquistato o noleggiato veicoli diesel VW, Audi, Seat e Skoda hanno vinto il primo round della loro battaglia legale dopo che l’Alta Corte ha stabilito che la Volkswagen ha installato “dispositivi illegali” in migliaia di suoi veicoli diesel. Il giudice Waksman ha descritto la funzione software che ha permesso ai veicoli Volkswagen di superare “artificialmente” i test sulle emissioni dell’UE come una “sovversione fondamentale del test e della sua finalità alla base”.

Slater e Gordon e Leigh Day stanno preparando un caso contro Mercedes per i veicoli dotati della tecnologia AdBlue, che il produttore ha affermato che ridurrebbe le emissioni di ossido di azoto (NOx) per creare “le nostre auto diesel più pulite di sempre”. Le aziende affermano che oltre 80.000 persone nel Regno Unito che possiedono veicoli AdBlue, che sostengono contengano dispositivi illeciti, potrebbero unirsi alla richiesta del gruppo contro Mercedes. In una dichiarazione, Karolina Kupczyk, di Slater e Gordon, ha dichiarato: “Vi sono prove schiaccianti che Mercedes abbia venduto veicoli altamente inquinanti che non erano conformi alle normative volte a ridurre le emissioni di emissioni pericolose di NOx.

I clienti che hanno acquistato i modelli interessati potrebbero avere un risarcimento dalla casa tedesca. Intendiamo trattenere questa casa automobilistica dall’ingannare il pubblico che acquista auto. “Chiunque sia idoneo dovrebbe unirsi all’azione di gruppo per dimostrare a queste grandi società che non sono al di sopra della legge. “Mercedes ha commerciato pesantemente sull’immagine di essere verde, rispettosa dell’ambiente e produrre auto diesel efficienti. Ora possiamo vedere che i clienti e i regolatori sono stati ingannati. “È probabile che i clienti abbiano pagato in eccesso per i loro veicoli non conformi e che il valore di rivendita ne risentirà, pertanto riteniamo che i clienti abbiano diritto a un risarcimento finanziario”.

Ti potrebbe interessare: Daimler pagherà una sanzione di 870 milioni di euro per il dieselgate

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!