Il futuro di Smart è stato deciso il 28 marzo quando Daimler ha annunciato la cessione del 50% a Geely. Le due società hanno dato inizio a una joint venture 50:50 per possedere, sviluppare e gestire Smart, il pioniere delle city car elettriche.

Tramite il nuovo accordo, Geely progetterà i nuovi modelli mentre Mercedes ne produrrà il design. I nuovi veicoli EV a marchio Smart sviluppati congiuntamente dalle case automobilistiche saranno costruiti in Cina e verranno lanciati dal 2022.

Smart EQ ForTwo 2020 foto spia

Smart EQ ForTwo: il nuovo facelift protagonista in alcune foto spia

Fino ad allora, Daimler ha dichiarato che avrebbe continuato a costruire la Smart EQ ForTwo nello stabilimento di Hambach in Francia e la Smart EQ ForFour nella fabbrica Renault di Novo Mesto in Slovenia. Con l’obiettivo di far rimanere competitive le sue city car elettriche fino al 2022, Daimler annuncerà presto dei restyling che dovrebbero debuttare come Model Year 2020.

La nuova Smart EQ ForTwo, ad esempio, è stata avvistata per la prima volta in alcuni scatti spia. Da questi è possibile vedere che le modifiche non saranno importanti rispetto all’attuale generazione visto che si tratta di un semplice facelift.

Smart EQ ForTwo 2020 foto spia

L’esterno della piccola vettura elettrica a due posti dovrebbe portare soltanto un paraurti anteriore e una griglia aggiornati, così come i fari e le luci posteriori. Queste ultime avranno una nuova firma, probabilmente ispirata alla Smart Forease+ Concept.

Per quanto riguarda l’abitacolo, purtroppo non abbiamo uno sguardo dettagliato. Il motore della nuova Smart EQ ForTwo dovrebbe rimanere invariato. L’attuale generazione dispone di un propulsore completamente elettrico che sviluppa una potenza di 82 CV e 160 nm di coppia massima. La batteria agli ioni di litio da 17,6 kWh permette un’autonomia di circa 150 km/h, secondo il NEDC.

Smart EQ ForTwo 2020 foto spiaSmart EQ ForTwo 2020 foto spiaSmart EQ ForTwo 2020 foto spiaSmart EQ ForTwo 2020 foto spiaSmart EQ ForTwo 2020 foto spia