Il capo del team Mercedes AMG, Toto Wolff, ha rivelato la sua più grande preoccupazione in vista della seconda gara della stagione di Formula 1, il GP del Bahrain. Wolff ha sottolineato che la differenza di temperatura durante la gara e la sessione precedente potrebbe essere un fattore difficile da prevedere. Come è noto, l’evento di gara del Gran Premio del Bahrain si svolgerà dalle sessioni di prove libere al giorno della gara, come al solito. Tuttavia, tutte le sessioni sono suddivise in tempi diversi. Alcune sessioni si terranno durante il giorno in cui la temperatura è ancora calda, mentre il resto si terrà durante la notte in cui la temperatura è diminuisce in modo drastico.

Wolff è preoccupato per questa situazione che potrebbe creare qualche problema ai piloti in pista. Pertanto, Wolff ha ricordato ai due piloti di prestare attenzione alle drastiche differenze di temperatura tra una sessione e l’altra. Queste preoccupazioni nascono dall’esigenza che Valtteri Bottas e Lewis Hamilton possano ottenere buoni risultati in Bahrain confermando quanto di buono mostrato a Melbourne due settimane fa.

“Vedremo una gara molto diversa in Bahrain, dove i fine settimana presentano sfide uniche, in particolare i cambiamenti nelle condizioni di ogni sessione, mentre FP1 e FP3 si svolngono a metà giornata quando aria e traiettorie possono essere molto calde, la FP2, qualifiche e gare si svolgono a di notte in una temperatura molto più fresca “, ha detto Wolff. “Questo cambiamento di temperatura rende molto difficile regolare l’auto e trovare la configurazione giusta per la sessione che conta davvero”, ha detto ancora.

Ti potrebbe interessare: Hamilton teme il recupero di Ferrari in Bahrain e avverte Mercedes