Mercedes-AMG ha appena annunciato in via ufficiale che il suo Mercedes-AMG GLC S 4Matic+ ha conquistato il nuovo record sul giro per un SUV sul tracciato tedesco del Nurburgring, oramai divenuto un banco di prova fondamentale per tutti i modelli sportivi in arrivo sul mercato.

Il SUV della casa tedesca ha abbassato di poco più di 2 secondi il precedente record sul giro fatto registrare, lo scorso anno, dall’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio che completò i quasi 21 chilometri dell’Inferno Verde tedesco in 7 minuti 51 secondi e 7 decimi abbassando di 8 secondi il precedente primato che apparteneva al Porsche Cayenne Turbo.

Il nuovo Mercedes-AMG GLC S 4Matic+ è stato capace di scendere sotto al muro dei 7 minuti e 50 secondi facendo registrare un giro record di 7 minuti e 49,369 secondi. Da notare che Mercedes ha dichiarato che il suo SUV è stato capace di battere il record precedente al suo primo tentativo.

Ecco il video ufficiale che ci mostra il giro record del SUV firmato da Mercedes-AMG al Nurburgring.

Il Mercedes-AMG GLC 63 S può contare sulla spinta di un 4.0 V8 biturbo da 510 CV e 700 Nm, abbinato alla trazione integrale 4Matic+, mentre l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio aveva conseguito il suo record sul giro al Nurburgring con il più piccolo 2.9 V6 biturbo di derivazione Ferrari da 510 CV e 600 Nm.

Ricordiamo che il Mercedes-AMG GLC 63 S presenta un’accelerazione 0-100 km/h completata in 3.8 secondi (lo stesso valore dello Stelvio Quadrifoglio) e può raggiungere una velocità massima, autolimitata, di 250 km/h. Il SUV tedesco è disponibile sul mercato europeo con un prezzo di partenza di oltre 92 mila Euro. 

Staremo a vedere, nel corso dei prossimi mesi, se Alfa Romeo tenterà di riconquistare il suo record al Nurburgring (lo Stelvio Quadrifoglio non ha ancora ricevuto alcun aggiornamento tecnico dopo il lancio) e se altri costruttori proveranno a battere il tempo record fatto segnare, ricordiamo al primo tentativo, dal Mercedes-AMG GLC 63 S lungo i 21 chilometri dell’Inferno Verde.

Il nuovo record del SUV tedesco rappresenta, in ogni caso, una conferma eccezionale dell’enorme qualità del progetto in grado di garantire prestazioni davvero incredibili, paragonabili a quelle delle tradizionali sportive.