La Mercedes Classe A continua ad essere il punto di riferimento delle vendite di Mercedes per il mercato europeo. La hatchback, da cui Mercedes ha derivato un’intera famiglia di compatte di nuova generazione (Classe A Sedan, Classe B, CLA Coupé, CLA Shooting Brake, GLB e il recentissimo crossover GLA), continua a realizzare ottimi risultati di vendita in Europa con volumi ben al di sopra delle dirette concorrenti.

Come rivelato dalla classifica dei modelli più venduti in Europa a febbraio, infatti, la Classe A è l’unico modello di Mercedes ad essere entrato nella top 25 delle auto più vendute in tutto il continente nel corso del secondo mese del 2020, l’ultimo mese prima che l’effetto dell’epidemia di Coronavirus faccia registrare il crollo delle vendite in tutto il continente.

I dati ufficiali confermano che Mercedes ha distribuito un totale di 12.318 unità di Mercedes Classe A in Europa nel corso del mese di febbraio del 2020. Nel confronto con i risultati raccolti nel febbraio del 2019, la Classe A fa registrare un leggerissimo calo (-1%). Si tratta di un risultato leggermente migliore rispetto a quello ottenuto dall’intero marchio tedesco. A febbraio, infatti, le vendite di Mercedes in Europa sono calate del -3.8%.

La Classe A è il primo modello del suo segmento ed anche la vettura premium più venduta in assoluto in Europa a febbraio, confermando un ruolo di primissimo piano nel settore delle quattro ruote del nostro continente.

Vendite in calo dopo due mesi di 2020 per la Classe A

Grazie ai risultati ottenuti nel corso del mese di gennaio (13 mila unità vendute e -13% rispetto all’anno precedente), la Classe A si porta a quasi 26 mila unità distribuite in Europa con un leggero calo rispetto ai dati raccolti nel corso dei primi due mesi dello scorso anno.

La diffusione del Coronavirus in Europa andrà, inevitabilmente, ad alterare i risultati di vendite del mese di marzo e, sicuramente, anche di aprile con la speranza che, almeno dal mese di maggio, si possa tornare quanto prima ad analizzare le vendite del mercato auto europeo senza dover parlare di un crollo causato dalla pandemia. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.