Mercedes: la Classe A è la più venduta in Europa, forte calo per Classe C e Classe E

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus sta causando un vero e proprio blocco del mercato europeo. I primi due mesi del 2020, in ogni caso, ci permettono di avere un‘idea chiara sullo stato delle vendite dei vari marchi ed in particolare sui risultati di Mercedes. 

La casa tedesca ha chiuso i primi due mesi del 2020 con un leggero calo di vendite a causa di performance sotto alle aspettative di alcuni modelli chiave come, ad esempio, la best seller Classe A che, da sola, copre circa il 25% delle vendite complessive di Mercedes. Vediamo, quindi, come sono andante le vendite dei vari modelli Mercedes prima dello scoppio della pandemia di Coronavirus in Europa.

Mercedes Classe A è la più venduta, in crescita GLC, GLE e GLS

La Mercedes Classe A si conferma il modello più venduto di casa Mercedes nel corso dei primi due mesi dell’anno in Europa. Per la hatchback della casa tedesca, il totale di unità consegnate è di 25.355 con un calo di circa 1.000 unità nel confronto con l’anno precedente. Per la Classe A, questo risultato si traduce in un calo del -3.4%.

Se la Classe A cala, crescono le vendite del Mercedes GLC, il punto di riferimento della gamma SUV del costruttore tedesco. Il SUV, infatti, ha totalizzato 17.763 unità vendute nel corso dei primi due mesi dell’anno in Europa facendo registrare una crescita percentuale del +6.4% nel confronto con i dati dell’anno precedente.

Continua, invece, la crisi della Classe C. L’oramai ex best seller del marchio tedesco si ferma a 16.123 unità vendute nel corso del primo bimestre del 2020 con un calo di circa 7 mila unità nel confronto con l’anno precedente. Per la Classe C si tratta di una flessione percentuale pari al -31.3%, un dato estremamente negativo.

Dati positivi, invece, per la Mercedes CLA che, grazie alla nuova generazione (non disponibile ancora nei primi mesi dello scorso anno, fa segnare un ottimo +65% delle vendite contribuendo indirettamente anche al calo della Classe A. Per la CLA, il totale di unità vendute nei primi due mesi in Europa è pari a 13.656 unità.

Sulla scia della Classe C, si registra un significativo calo di vendite anche per la Classe E che si ferma a 12.507 unità vendute nel corso dei primi due mesi dell’anno, con un calo del -20.3% nel confronto con i dati raccolti lo scorso anno. Cresce, invece, la Classe B che, grazie al successo della nuova generazione, tocca quota 9.640 unità vendute con un ottimo +27%.  Dati positivi per il Mercedes GLE che arriva a ben 6.813 unità vendute (+314%).

Mercedes-AMG GLA 45 2021

Da segnalare, invece, il calo del -41% per il Mercedes GLA. Il calo del crossover è legato, chiaramente, al salto generazione con la nuova generazione presentata lo scorso mese di dicembre che deve ancora fare il suo debutto ufficiale sul mercato. Per il GLA, il totale di unità vendute è di 6.125.

In calo anche l’ammiraglia Classe S, che si ferma a 1.116 unità vendute con una riduzione del -39% delle vendite, e l’iconica Classe G, che si ferma a 1.088 unità vendute registrando un calo del -27% delle consegne. Da notare, invece, le 820 unità vendute dell’elettrica Mercedes EQC e le 1.029 unità dell’ammiraglia SUV Mercedes GLS che cresce del 208% grazie al successo della nuova generazione.

Ricordiamo che, a causa della diffusione del Coronavirus, i dati del primo trimestre del 2020 saranno poco indicativi in quanto nel mese di marzo si è registrato un drastico calo delle vendite. Sarà necessario, molto probabilmente, attendere il secondo semestre per registrare un ritorno alla normalità.