in

Mercedes GLC PHEV 2022: il plug-in con quattro cilindri

La Mercedes GLC PHEV 2022 è una prova lampante di quanto l’elettrificazione sia un obiettivo concreto della Stella a Tre punte.

Mercedes GLC PHEV

Più in alto nella scala delle varianti, il GLC 2022 impiegherà presumibilmente gli stessi propulsori ibridi plug-in benzina e diesel della nuova Classe C. Poiché Mercedes adotta un approccio scaglionato per il lancio delle molteplici versioni, ci aspettiamo di vedere il GLC PHEV raggiungere gli showroom pochi mesi dopo il lancio. Daimler ha smesso di sviluppare nuovi sistemi ibridi plug-in e, sebbene non smetterà di commercializzarli in tempi brevi, utilizzerà solo i propulsori esistenti nei veicoli futuri. Markus Schafer ha dichiarato a Handelsblatt al Motor Show di Monaco 2021 (IAA 2021) che la società non ha in programma ulteriori lavori per quanto riguarda la tecnologia e ha effettuato tutti gli investimenti pertinenti che aveva in mente.

Mercedes GLC PHEV 2022: i propulsori sarebbero quelli esistenti

Mercedes GLC PHEV

Quindi, il futuro Mercedes GLC PHEV otterrebbe i propulsori esistenti, molto probabilmente quelli dell’ultima Classe C. Schafer è il membro della BoM responsabile per la ricerca e lo sviluppo di Daimler e anche il direttore operativo di Mercedes-Benz Cars.

Il prezzo di listino della PHEV è superiore a quello della mild hybrid, ma gli incentivi abbasserebbero la differenza. In Germania, ad esempio, i GLC 300 e e GLC 300 di PHEV ricevono un eco-bonus di 5.625 euro, di cui 1.875 provenienti dalla compagnia e 3.750 euro a carico del governo federale. Il BAFA (Federal Office of Economics and Export Control) ha annunciato questa tipologia di agevolazioni per i PHEV con un prezzo maggiore di 40.000 euro (netto) nel giugno 2021.

La base

La base dell’ibrido plug-in a benzina sarebbe la variante da 2,0 litri del quattro cilindri M 254, abbinata a un motore elettrico che genera 127 Cv (95 kW) e 440 Nm. Un pacco batteria agli ioni di litio da 25,4 kWh che fornisce una gamma a emissioni zero di 100 km in WLTP, e forse circa 80 km secondo EPA, supporterebbe l’unità elettrica. Il caricabatterie permetterebbe la ricarica su una Wallbox con corrente alternata da 11 kW. Il supporto per una a corrente continua da 55 kW che consente di caricare al 100 per cento il pacco batteria in circa mezz’ora potrebbe essere una funzionalità opzionale.

Guidata dall’hardware della Classe C in arrivo, Mercedes installerebbe di serie un cambio automatico a 9 marce 9G-TRONIC nel GLC PHEV di nuova generazione. Gli impianti di elettronica sarebbero integrati nell’alloggiamento della trasmissione, il che ridurrebbe lo spazio di installazione. Il canale YouTube walkoARTvideos ha catturato l’immagine spia qui sotto rappresentata in Germania nel luglio 2021 e quasi sicuramente concerne l’ibrida plug-in Mercedes GLC 2022. Le vetture con propulsione ibrida o elettrica in Germania ottengono una speciale “targa elettronica” con la lettera E invece di una cifra finale.

Gli avvistamenti su strada

Mercedes GLC PHEV

Nel novembre 2021, walkoARTvideos ha individuato un altro muletto di prova del GLC 2022 (video sotto) e tale prototipo impiega un propulsore ibrido plug-in. Non riusciamo a individuare uno sportello per la presa di rifornimento, ma la lettera “E” alla fine della targa suggerisce che stiamo assistendo a un mezzo elettrico ricaricabile. Secondo il sito web del governo di Berlino, un requisito per un veicolo elettrico ibrido ricaricabile esternamente per ricevere una targa E è di avere un’autonomia in modalità EV di almeno 40 km. Dato che l’attuale GLC PHEV può percorrere fino a 51 km (WLTP), è lecito ritenere che il MY 2022 supererebbe di gran lunga il requisito minimo.

Con un’autonomia di circa 100 km, Daimler vuole rendere i PHEV utilizzabili come EV. Ola Kallenius, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler AG e Mercedes-Benz AG, ha dichiarato ad Automotive News Europe che le critiche sui PHEV si basano sui dati di prima generazione con batterie più piccole e quindi un’autonomia ridotta. Ora, con prodotti più grandi che immagazzinano più energia, i clienti possono guidarle regolarmente come macchine elettriche e alcuni addirittura usano la modalità EV per i loro spostamenti di lavoro per un’intera settimana.

Looks like you have blocked notifications!