Aston Martin Valhalla e Vanquish useranno il V8 biturbo di AMG

Aston Martin Valhalla

Nel marzo 2019, Aston Martin ha presentato l’Aston Martin Valhalla sotto forma di concept con il nome di AM-RB 003. Nella stessa occasione è stato anche presentato il concept Vanquish Vision. Sono passati oltre due anni e la casa automobilistica britannica deve ancora presentare le versioni di produzione di entrambe le supercar. Per fortuna, nelle scorse ore sono trapelate online delle novità molto interessanti che riguardano le due vetture.

Nel corso di un’intervista con MotorTrend, Tobias Moers – CEO di Aston Martin – ha annunciato un cambio radicale di ciò che si troverà sotto il cofano motore delle due supercar. Anche se il produttore britannico aveva lavorato su un proprio propulsore V6 biturbo da 3 litri, le versioni finali delle Aston Martin Valhalla e Vanquish utilizzeranno il V8 biturbo da 4 litri costruito a mano da AMG. Delle versioni dello stesso powertrain si trovano già in DB11, Vantage e DBX.

Aston Martin Vanquish Vision
Aston Martin Vanquish Vision

Aston Martin Valhalla e Vanquish: le due supercar bratinicche saranno equipaggiate con il V8 di AMG

Moers ha ammesso che sarebbe stato molto difficile per il V6 soddisfare le normative sulle emissioni Euro 7 previste per il 2025. A livello tecnico non sarebbe difficile rendere il propulsore da 3 litri conforme alle nuove leggi ma sarebbe stato un investimento importante per Aston Martin.

Il dirigente della casa automobilistica britannica ha affermato che i soldi verranno utilizzati altrove, in particolare nell’elettrificazione. Sappiamo già che l’Aston Martin Valhalla prenderà in prestito alcune tecnologie utilizzate per la Valkyrie, pur essendo molto più accessibile.

La produzione sarà limitata a pochi esemplari e MotorTrend afferma che la vettura finale sarà un’ibrida con trazione posteriore. Il motore elettrico dovrebbe trovarsi tra il V8 biturbo di Affalterbach e la trasmissione.

Per quanto riguarda l’Aston Martin Vanquish, Tobias Moers ha dichiarato che sarà una delle sfidanti della McLaren Artura, quindi sarà una vettura sportiva con motore centrale. Se ciò non bastasse, il produttore di auto starebbe lavorando su una versione a trazione integrale grazie a un motore elettrico montato sull’asse anteriore.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!