in

Formula 1 2022: Mercedes, addio alla livrea nera

Per il campionato del mondo di Formula 1 2022, la Mercedes abbandonerà la livrea nera, come confermato anche da Lewis Hamilton.

Il 2022 si profila come un anno spartiacque nella Formula 1. La prossima stagione segnerà una rivoluzione tecnica in piena regola. Vedranno così la luce macchine completamente riviste a livello di livrea, motore e aerodinamica. Tra tali novità, ancora coperte dalla massima segretezza (roba da FBI…) per le scuderie, se ne annuncia comunque una in casa Mercedes.

Formula 1 2022, ritorno alle origini: Mercedes rinuncia allo “smoking” nero

Mercedes-AMG Petronas F1 primo sprint Silverstone

Dietro ai piani di rinnovamento della FIA (organismo federale dietro le corse), l’intenzione di portare i valori dei team verso un riequilibrio. Alle parole, i fan sperano seguano i fatti. Del resto, se ciò accadesse ne gioverebbe l’intero spettacolo. Le gare diverrebbero più incerte, più coinvolgenti, più elettrizzanti. Insomma, si eviterebbe di assistere a domini di certe squadre lungo l’intera stagione. Che poi già nel campionato in corso il predominio della stella di Stoccarda è stato messo in seria discussione. Basta leggere i numeri inerenti al numero di tornate in testa dei vari piloti per accertarlo. In dodici mesi la Red Bull ha ridotto notevolmente il gap rispetto agli assoluti padroni dell’era ibrida. Sia per la classifica piloti che per quelli costruttori, il verdetto sarà scritto nei sette Gran Premi rimasti.

La “ventata di freschezza” riguarda, però, lo stile estetico della monoposto di Brackley. In realtà, un ritorno alle origini, sicché le vetture Mercedes dovrebbero riprendere la tradizionale colorazione. I “passeggeri” Lewis Hamilton e il neo arrivato George Russell (pronto a darsi il cambio con l’uscente Valtteri Bottas) siederanno nelle Frecce d’argento. Dopo due anni di livrea nera, la scuderia anglo-tedesca abbandonerà la tinta black in favore della tradizione. Secondo quanto riportano le indiscrezioni, il passaggio accadrà davvero. A confermarlo il medesimo Lewis Hamilton, che, in apertura dell’annata 2020, aveva esercitato pressioni, cosicché le W11 fossero in grado di lanciare un deciso messaggio anti-razzista.

L’edizione 2020 del campionato vide le vetture del campione del mondo e di Valtteri Bottas scattare al via sfoggiando una livrea nera, confermata da Mercedes per il 2021. Tuttavia, si trattava di una fase passeggera, momentanea. Adesso bisogna compiere delle valutazioni per riprendere ad assumere una tonalità argento con l’introduzione delle W13, le prossime monoposto a effetto suolo.

Lewis Hamilton asseconda il provvedimento del team di Brackley

Dunque, la Formula 1 seguirebbe un cambiamento già attuata in Formula E, la divisione dedicata ai bolidi elettrici. In totale onestà – ha confidato Hamilton, nelle dichiarazioni riportate da motosport.com – non se lo sarebbe immaginato che il simbolismo nero introdotto la scorsa stagione sarebbe rimasto sulla W12 anche quest’anno. La manovra adottata dai piani è stata una sorpresa, ma la Mercedes è notoriamente argento, ragion per cui la riadozione della livrea storica non influisce sui loro rapporti.

Non si tratta di nessun motivo di discussioni né di polemiche all’interno dei paddock. Hamilton ha espresso la massima serenità in tal senso: continuano a remare insieme verso la diversità. Il progresso, che si traduce nella stigmatizzazione di piaghe sociali tuttora da debellare, avviene attraverso esempi concreti. Pertanto, hanno allargato il concetto a tutti i loro partner.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!