Hamilton: “Il mio obiettivo principale è vincere i campionati”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Lewis Hamilton ha solo un titolo di distanza dal raggiungere Michael Schumacher come pilota con il maggior numero di campionati di Formula 1 in tasca. Il britannico ha conquistato nella stagione 2019 il suo sesto titolo, il quinto con la Mercedes. Nonostante ciò, la sua fame di vittoria rimane intatta e vuole continuare a devastare come ha fatto negli ultimi anni. Il suo contratto con il team di Brackley termina nel 2020, ma vuole rimanere nella squadra e lavorare al massimo con loro. In questa nuova e peculiare stagione che non è ancora iniziata a causa del coronavirus, Hamilton darà il massimo per risalire in vetta.

“Il mio obiettivo principale è vincere i campionati, lavorare bene con la squadra e arrivare con più forza, energia, forma e prestazioni migliori con un impatto maggiore come atleta e come pilota”, ha confermato nelle dichiarazioni raccolte dal portale GPToday.net. Nonostante le sue intenzioni, il sei volte campione del mondo riconosce di avere alcune distrazioni, poiché è immerso in un vortice praticamente costante. In un weekend di gara non solo svolge il suo lavoro in pista, ma ha anche un’altra serie di impegni.

“Rimani coinvolto in altre cose che stanno arrivando, ci sono media, apparizioni di sponsor e questo genere di cose. Quindi rimani impigliato in ciò che penso sia come un vortice. Non sai cosa succede in alcuni momenti dell’anno “, ha spiegato. Hamilton ha debuttato nella classe regina nella stagione 2007 ed è stato continuamente presente da allora. A 35 anni, ha ancora un anno da passare in Formula 1. Il pilota più dominante dell’era ibrida chiarisce che può migliorare ulteriormente e che non c’è limite al raggiungimento.

“Non c’è sostituto per l’esperienza e questa è una cosa davvero positiva per me. Mi sento molto giovane, come se avessi ancora 20 anni. Mentalmente, sono ancora il bambino che ero quando ero più giovane. Ho solo conoscenze ed esperienze che posso aggiungere talento che avevo. Se lo aggiungo e lavoro ancora di più, non c’è limite che posso raggiungere “, ha detto per finire.

Ti potrebbe interessare: Hamilton condanna l’atto di razzismo di Minneapolis

Looks like you have blocked notifications!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI