Lewis Hamilton afferma che i commenti di Max Verstappen sono “un segno di debolezza”

Hamilton e Verstappen
Hamilton e Verstappen

Lewis Hamilton ha definito i recenti commenti di Max Verstappen come ” segni di debolezza” e ha promesso di rispondere in pista quando la Mercedes ha presentato la sua nuova auto venerdì. Il pilota britannico, che insegue il record di un settimo titolo di Formula 1, ha mostrato una forte determinazione al lancio dell’auto ed è chiaramente desideroso di mettersi al volante e iniziare la lotta contro i giovani piloti della F1.

Hamilton e il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas, hanno entrambi guidato la nuova Mercedes W11 in uno shakedown a Silverstone, prima dell’inizio dei test ufficiali mercoledì. La scorsa stagione, la nuova generazione di piloti di F1 Max Verstappen e Charles Leclerc hanno dimostrato di non essere intimiditi dal 35enne Hamilton. Verstappen, 22 anni, ha insistito di recente che con  la giusta auto avrebbe potuto battere il pilota britannico. “Lewis è molto bravo”, ha detto. “È sicuramente uno dei migliori là fuori ma non è Dio. Forse Dio è con lui, ma non è Dio. ”

A Silverstone un sorridente Hamilton ha risposto in tono sprezzante. “Trovo divertente queste parole”, ha detto. “Ho sempre saputo parlare in pista. Tendo a vedere ciò come un segno di debolezza. ” Con sei titoli, di cui cinque negli ultimi sei anni, Hamilton è a breve distanza dalla cifra record di sette titoli di Michael Schumacher. Hamilton è a solo sette vittorie dietro le 91 di Schumacher e quattro podi dietro i 155 del tedesco, entrambi record di F1. Durante un periodo caratterizzato in gran parte dal dominio della Mercedes, Hamilton ha vinto almeno nove gare ogni anno negli ultimi sei anni.

Il caposquadra, Toto Wolff, crede che il suo pilota sia pronto all’imminente combattimento. “Percepisco che sente di essere al culmine delle sue capacità”, ha detto. “Ma ha anche bisogno di miglioramenti e sviluppi costanti per rimanere al top. Il fattore più importante è che ama la sfida. Ama la sfida di provare a battere la prossima generazione di potenziali superstar. Più dura è la sfida, più è felice. ”

La scorsa stagione Hamilton ha avuto un inizio clamoroso nella sua difesa del titolo, vincendo otto delle prime 12 gare, un inizio che ha lasciato subito basiti gli avversari. Quando il pilota inglese con la nuova W11 è sceso in pista per la prima volta, tuttavia, ha sostenuto che non c’era spazio per il compiacimento.