Mercedes-AMG GT R e C 63 S Wagon ora sono rivestite di rosso per la stagione 2021 di F1

Mercedes-AMG GT R e C 63 S Wagon rosse

Mercedes ha svelato nelle scorse ore i nuovi colori per la safety car Mercedes-AMG GT R e per la medical car C 63 S Wagon per il campionato del mondo di Formula 1 2021. Le due vetture presentano una carrozzeria rivestita nella nuova colorazione rossa che corrisponde al colore caratteristico del marchio di Affalterbach e inoltre viene riportano il nome di CrowdStrike, partner del team Mercedes-AMG Petronas F1.

La GT R debutterà il 18 aprile in occasione del Gran Premio di Imola con al volante Bernd Maylander, brand ambassador di AMG e istruttore della AMG Driving Academy. Inoltre, la vettura tedesca affiancherà l’altra safety car, una Aston Martin Vantage che scenderà in pista all’apertura della stagione il 28 marzo per il Gran Premio del Bahrain.

Mercedes-AMG GT R e C 63 S Wagon rosse
Mercedes-AMG GT R safety car

Mercedes-AMG GT R e C 63 S Wagon: le due vetture per la stagione 2021 di F1 ora sono rivestite di rosso

Maylander ha detto: “In tutti gli anni le mie safety car non mi hanno mai deluso. Questa affidabilità esemplare è anche un fattore di sicurezza fondamentale. Le alte prestazioni in pista mi emozionano ancora e ancora. Sono lieto di continuare a guidare la FIA Safety Car e in questa stagione sarà ancora più interessante, non solo per il nuovo colore“.

La Mercedes-AMG GT R utilizzata come safety car dispone del pacchetto AMG Track e viene fornita con una protezione anti-ribaltamento e un impianto frenante in ceramica. Tuttavia non presenta alcuna modifica meccanica. Pertanto, il motore V8 biturbo da 4 litri presente sotto il cofano produce ancora 585 CV, permettendogli di raggiungere una velocità massima di 318 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi.

Mercedes-AMG GT R e C 63 S Wagon rosse
Mercedes-AMG C 63 S Wagon medical car

Con Alan van der Merwe al volante, la Mercedes-AMG C 63 S Wagon trasporterà i medici sul luogo dell’incidente il più rapidamente possibile. Sotto il cofano è presente il propulsore di serie, che produce 510 CV, e inoltre propone un impianto frenante in ceramica opzionale e quattro sedili da corsa individuali con cinture di sicurezza a quattro punti.

Oltre alla barra luminosa sul tetto in fibra di carbonio, entrambe le vetture di Affalterbach dispongono di due schermi aggiuntivi nell’abitacolo: uno che trasmette la gara e l’altro che mostra la posizione attuale dei piloti in pista su un grafico.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!