In attesa dell’arrivo delle nuove elettriche al 100%, come la compatta EQA e l’ammiraglia EQS, Mercedes sta costruendo una solidissima gamma di modelli plug-in hybrid PHEV in grado di abbinare i migliori motori benzina a disposizione dell’azienda con motori elettrici per minimizzare consumi ed emissioni e, in alcuni casi, anche per ottenere un upgrade delle prestazioni come accadrà con la versione AMG della prossima generazione di Classe C. 

Nonostante l’emergenza sanitaria internazionale, che potrebbe causare alcuni ritardi nei programmi futuri di tutte le aziende del settore automotive, Mercedes ha tutta l’intenzione di continuare ad investire sull’ibridizzazione e sulla creazione di una gamma di modelli plug-in hybrid in grado, nel corso dei prossimi anni, di garantire un’ulteriore crescita delle vendite ed un miglioramento dei profitti.

Secondo un report di questi giorni, Mercedes dovrebbe chiudere il 2020 con ben 20 modelli plug-in hybrid in gamma. Non tutti i modelli saranno disponibili su scala internazionale con alcune varianti che saranno esclusive per l’Europa o per altri mercati, in base a quelle che sono le esigenze e le richieste locali.

Ciò che è certo è che l’ibridizzazione continuerà e riguarderà  tutta la gamma Mercedes a partire dai modelli compatti a cui sarà richiesto di generare significativi volumi di vendita. Entro il 2020, la casa tedesca andrà a completare l’ibridizzazione della gamma compatta, iniziata lo scorso anno con il lancio delle varianti ibride della Classe A e della Classe B.

Le nuove elettriche Mercedes in arrivo

Oltre all’ibrido plug-in, il futuro di Mercedes è sempre più legato all’elettrico. Dopo il lancio del SUV Mercedes EQC, la casa tedesca dovrebbe lanciare entro la fine dell’anno il crossover EQA, un progetto che andrà ad affiancarsi alla nuova generazione del Mercedes GLA in arrivo sul mercato europeo nel corso dei prossimi mesi. Per il futuro, inoltre, si punterà alla fascia alta con l’ammiraglia EQS attesa per il 2021 e con la berlina EQE pronta a sfidare la Tesla Model S a partire dal 2022.

La crisi del settore automotive dovuta all’emergenza sanitaria non andrà a modificare i piani di Mercedes. La casa tedesca, infatti, ha tutta l’intenzione di accelerare il suo programma di elettrificazione andando a costruire una gamma a zero emissioni da affiancare alla gamma di modelli tradizionali nel giro di pochi anni.