in

Mercedes, qual è la scelta migliore tra EQA e GLA?

Scegliere la Mercedes giusta non è mica facile! Messe al confronto, qual è la migliore opzione tra la EQA e la GLA? Il confronto.

Mercedes GLA 200 d Sport Plus myDrivePass

La Mercedes GLA di seconda generazione offre tutti i tipi di propulsione, dai motori diesel e benzina convenzionali al PHEV e al modello elettrico EQA. Qual è la scelta migliore? I giornalisti della rivista tedesca Auto Motor und Sport hanno provato le Mercedes GLA 220 d 4Matic, GLA 250 4Matic, GLA 250 ed EQA 250.

Con i suoi vari concetti di motori, il SUV Mercedes più piccolo dimostra che viviamo in un periodo di transizione. Le unità a benzina vanno dal GLA 180 con 136 CV al robusto AMG GLA 45 S 4Matic con 421 CV. La gamma diesel va dal GLA 180 d da 116 CV al GLA 220 d da 190 CV che, come la maggior parte delle soluzionei(tranne GLA 180 d e GLA 250 e), è dotata di trazione anteriore o integrale.

La seconda generazione del SUV compatto, lanciato alla fine del 2019, si basa sulla piattaforma a trazione anteriore MFA2, utilizzata anche da Classe A, B, CLA e GLB. È progettata in modo così flessibile da essere adatta pure per le propulsioni alternative. La prima della specie è stata l’ibrida plug-in GLA 250 con una potenza di 218 CV, lanciata all’inizio del 2020. A partire da quell’anno, l’EQA 250 era disponibile nella quarta variante di propulsione. Il membro più piccolo della famiglia EQ, che ora conta cinque membri, porta i segni della propulsione elettrica ma uno sguardo alla carrozzeria e all’interno non lascia dubbi sul fatto che si tratti essenzialmente di una GLA, essendo anche percepita in quanto tale.

La nuova GLA, con codice interno H 247, si vende molto bene. Da gennaio a luglio 2021 è riuscita a superare il bestseller GLC con 44.177 unità vendute in Europa, rispetto alle 43.879 GLC. La prova lampante che le elettrificate GLA 250 ed EQA 250 stiano diventando sempre più apprezzate non solo per le loro qualità originali, ma soprattutto per il supporto ricevuto da diversi governi in Europa.

Se teniamo conto dei prezzi senza bonus, le GLA testate oscillano tra i 45 e i 46 mila euro, e l’EQA elettrica è la più costosa, con oltre 47 mila. Ma il magazine Auto Motor und Sport ha messo in luce la convenienza per la clientela tedesca (7.178 euro per GLA 250 e 9.570 euro per EQA 250), le due versioni eco finiscono per essere acquistabile a qualche migliaio di euro in meno rispetto alle declinazioni convenzionali, e in taluni casi, a seconda della distanza percorsa, i costi di gestione sono inferiori a benzina o diesel. Tra di loro, hanno rubato la scena le alternative popolari per questa sessione, vale a dire GLA 220 d 4Matic e GLA 250 4Matic.

Mercedes EQA 250 

Mercedes GLA 200 d Sport Plus myDrivePass

Gli esperti della rivista hanno espresso la massima felicità nel momento di mettersi al volante della più compatta Mercedes “con la spina”, perché l’erogazione silenziosa della potenza e la rapida accelerazione sono sempre affascinanti. Con 8,3 secondi per lo sprint da 0 a 100 km/h, Mercedes EQA è la più lenta delle quattro auto in prova, ma la coppia è sufficiente anche per i sorpassi sulle strade nazionali.

Il fatto che la velocità massima sia limitata a 160 km/h e l’autonomia (a temperature estive 412 km, nel test 308 km) diminuisca in un amen se la guida sportiva mette in dubbio la stabilità del mezzo può essere un problema per chi guida a velocità più elevate e percorre un sacco di chilometri in autostrada.

Ma Mercedes EQA 250 non è pensata per ciò. D’altra parte, è eccellente per il pendolarismo e per il chilometraggio giornaliero moderato, nel qual caso non importa che venga caricata in stazioni DC veloci fino a 100 kW.

Ci sono ulteriori svantaggi rispetto ai motori termici? Sì, il comfort del sedile non è così buono, i passeggeri devono mettersi a bordo con le ginocchia piegate a causa del piano più alto, sotto cui è collocata la batteria da 66,5 kWh, la seduta posteriore non scorre più neanche in opzione, il volume del bagagliaio è stato ridotto a 340 litri e il carico rimorchiabile è di appena 750 kg.

GLA 220 d 4Matic

Dopo una giornata al volante della GLA 220 d 4Matic, si capisce ancora meno di prima perché il diesel è considerato in via di estinzione, commenta AMS. Sì, è vero che il diesel non è il rappresentante più silenzioso del quartetto preso in considerazione, ma il rumore fastidioso come se avessi lasciato cadere un sacchetto di chiodi sull’asfalto si avverte esclusivamente nelle forti accelerazioni, e non a velocità costante, che può raggiungere oltre i 200 km/h.

Ed è meraviglioso quanto il diesel riesca a coniugare una coppia forte ai bassi regimi con consumi ed emissioni contenuti (7 l/100 km, rispettivamente 147 g/km CO2). Va da sé che, grazie ai moderni sistemi anti smog, i gas di scarico sono più puliti che mai nella storia dei diesel.

Grazie alla trazione integrale, GLA 220 d 4Matic non ha problemi di trazione o eccessivi disequilibri, e in tal senso è un gradino sopra davanti a EQA 250 e GLA 250 e. Se desideri risparmiare di più, scegli la versione a trazione anteriore, che costa meno. Ma è meno attrezzata dell’EQA.

Mercedes GLA 250 4Matic 

Quando si passa dal diesel alla benzina, chiunque riconosce rapidamente la superiorità del primo. Il turbo benzina a quattro cilindri della GLA 250 non può competere con la spinta del diesel e, sorprendentemente, non funziona meglio. Il turbo da 2 litri della GLA 250 non può competere con la forza di spinta del diesel e, sorprendentemente, non risulta neppure più raffinato.

In media, negli iniettori passano 8,9 litri di benzina ogni 100 km, una quantità non da poco. Discreta invece l’autonomia di 573 km. E questa GLA è disponibile solo con cambio automatico. Il cambio a otto rapporti con doppia frizione è piacevole e offre cambi precisi e veloci.

GLA 250 e 

Rispetto all’EQA, la GLA 250 e ha un sistema di propulsione elettrificato innestato sul normale corpo del GLA. L’ibrida plug-in è pratica, essendo in grado di ricaricare rapidamente anche nelle stazioni DC.

Se non hai troppi chilometri per andare al lavoro e tornare, puoi viaggiare a emissioni zero. Fino a 65 km elettricamente sono possibili e, visti i 75 kW di potenza e i 330 Nm di coppia dell’unità a zero emissioni, la dinamica è discreta.

Dopo l’avviamento, con il sistema di propulsione acceso automaticamente in modalità Comfort, il funzionamento elettrico è idoneo e si sarebbe portati a credere che il sistema di propulsione abbia successo.

Ma poi il turbo da 1,33 litri, sviluppato con Renault, inizia con un suono aspro e intenso. I consumi nel test, di 7,8 l/100 km, e l’autonomia combinata fino a 513 km, sono discreti, ma il comfort della propulsione non è quello previsto. Con un volume di 385 litri, il bagagliaio si trova tra l’EQA e le versioni convenzionali.

Verdetto

Con i bonus concessi, la Mercedes EQA brilla non solo per il prezzo ed è l’ideale per tutti coloro che non percorrono con regolarità lunghe distanze. Per chi ha bisogno di lunghi viaggi ogni giorno, la Mercedes GLA 220 d 4Matic diesel è la soluzione ideale poiché combina una buona dinamica e bassi consumi. GLA 250 e offre una discreta autonomia elettrica ma il comfort garantito dalla propulsione non è eccezionale e il motore a benzina della Mercedes GLA 250 4Matic non ha né la raffinatezza né l’efficienza del diesel.

Looks like you have blocked notifications!