in

Mercedes: spese online con l’impronta digitale

Mercedes e Visa stringono un sodalizio per permette ai conducenti dei modelli tedeschi di fare shopping online direttamente a bordo.

Mercedes Visa

Che ne sarà dell’automobile lo diranno solo i posteri. Di certo, il modo in cui è stata concepita finora risulterà assolutamente molto riduttivo. Non consisterà, infatti, in un semplice mezzo di trasporto, grazie al quale potersi spostare da un punto A a un punto B. In realtà, una concezione simile è già fin troppo semplicistica nell’epoca corrente. Certo, quello rimane la sua principale funzione, tuttavia un veicolo dei giorni nostri deve pure assolvere ad altri compiti. L’esplosione dei moderni sistemi tecnologici ha avuto un effetto pure su tale versante. Basta recuperare qualche informazione, leggere di sfuggita delle notizie inerenti all’industria per rendersene conto. Tra i principali artefici del profondo cambiamento apportato, Mercedes gioca un ruolo principale e lo conferma di continuo.

Così è sempre stato e così resta. Perché uno dei tratti distintivi del brand consta proprio nell’attenzione riposta sulle peculiarità tipiche dell’epoca in cui opera. La società va oltre a un semplice istinto di emulazione delle rivali più agguerrite. Spesso ci pensa lei in prima persona a indicare la via, a illuminare il settore dei motorianche attraverso attraverso idee decisamente all’avanguardia.

Mercedes e Visa si alleano: una soluzione inedita per i clienti

Mercedes Visa

Non era mai capitato di assistere a una partnership analoga a quanto sottoscritto dalla stella a tre punte con uno dei fornitori di strumenti di pagamento leader su scala planetaria. Stiamo parlando di Visa, un nome che è sinonimo di qualità e affidabilità. Milioni di utenti vi ricorrono a cadenza quotidiana e il futuro pare splendente. Merito pure del corso adottato dai Paesi sviluppati. Prendiamo ad esempio l’Italia e la causa perseguita dalle istituzioni governative di contenere il più possibile l’impiego del contante.

Dietro vi è la consapevolezza di contrastare efficacemente il fenomeno dell’evasione fiscale, in quanto qualsiasi ricorso al bonifico bancario o alle carte di credito o di debito lascia una traccia impossibile da cancellare. E, dunque, chi non ottempera alla prestazione dovuta nei confronti del Fisco va incontro a una infinita serie di guai. Al di là della nostra penisola, soffia vento nuovo e ne soffierà, sebbene con forza differente nelle varie aree del pianeta. I ritmi di sviluppo divergono in misura considerevole, sicché le infrastrutture non sono poste sul medesimo piano. E se in Africa e in America Latina permane un discreto ritardo rispetto al Vecchio Continente, esistono realtà consolidate. E il fatto che il confine tra digitale e fisico si è assottigliato a tal punto da rivelarsi impercettibile non è sindacabile.

Si sfrutta il meccanismo Delegated Authentication

Il risultato della nuova partnership tecnologica, siglata tra Daimler Mobility e Visa, consentirà alla prima di offrire pagamenti “nativi” in auto. Un domani, sarà sufficiente l’impronta digitale per autenticare un ordine direttamente dalla vetture. I clienti non avranno la scocciatura di inserire ogni volta una password o accedere mediante il loro telefono cellulare. Sfruttando il meccanismo “Delegated Authentication” di Visa, il mezzo stesso diventa un dispositivo di pagamento. Dalla primavera del prossimo anno, i clienti Mercedes-Benz in Germania e Gran Bretagna e successivamente in altri mercati europei avranno la facoltà di avvalersene nelle loro auto utilizzando un sensore di impronte digitali.

Gli acquisti vengono effettuati a bordo tramite l’unità principale, il sistema multimediale MBUX. La soluzione dovrebbe essere disponibile in ulteriori territori in ogni parte del pianeta in un secondo momento. L’elaborazione delle transazioni è un aspetto essenziale dell’esclusiva esperienza del cliente. La piattaforma globale di ePayment Mercedes pay di Daimler Mobility concede l’opportunità ai conducenti di ordinare e saldare il conto per il godimento di beni e servizi come i servizi Mercedes me o i processi di rifornimento e parcheggio direttamente dalla propria vettura.

La coalizione tra due potenze nei rispettivi business

Antony Cahill, Deputy CEO e Head of European Markets presso Visa in Europe, ha espresso soddisfazione di lanciare, per la prima volta, una soluzione nativa per i pagamenti in auto insieme al partner Daimler Mobility. Il massimo responsabile delle manovre attuate nel Vecchio Continente del colosso aziendale, ha desiderato puntualizzare che sia i test pilota di successo che i primi lanci sul mercato hanno luogo in Europa, un centro leader mondiale per l’innovazione nei settori automobilistico e delle transazioni. Per Cahill quanto appena imbastito rappresenta un esempio lampante di come il principale fornitore mondiale di pagamenti digitali e l’inventore dell’automobile stanno unendo le loro tecnologie per creare la prossima generazione di soluzioni intelligenti per il comparto automotive che garantiscono a guidatori e passeggeri un’esperienza di e-commerce connessa completamente inedita a bordo.

Franz Reiner, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler Mobility, ha fatto eco alle parole di Cahill. Secondo il numero del CdA, Mercedes pay è il punto di riferimento per il pagamento in auto, con il quale offrono ai loro clienti in tutto il mondo servizi digitali implementati alla perfezione nell’ecosistema Mercedes-Benz. In sodalizio con Visa, Daimler desidera offrire una soluzione che soddisfi i requisiti dell’autenticazione a due fattori in modo sicuro e intuitivo. Non c’è niente di più conveniente che convalidare una transazione tramite impronta digitale. Naturalmente, un’esperienza esclusiva include pure l’aspetto della protezione, che si rileva con il pagamento nativo in auto. Offriamo alla guida, Mercedes si premura di assicurare il top della sicurezza durante la movimentazione di denaro.

La tecnologia alla base del pagamento a bordo delle Mercedes

Mercedes pay fa parte della strategia di mobilità e digitalizzazione di Daimler ed è gestito da Mercedes pay GmbH, una società della divisione Daimler Mobility. Daimler sarà la prima Casa a integrare Visa Cloud Token Framework nei suoi veicoli. Il Visa Cloud Token Framework è una tecnologia di sicurezza basata su cloud che consente una maggiore flessibilità su diversi device. I token Visa Cloud proteggono e crittografano le informazioni di pagamento sensibili trasformando i dati e archiviandoli in modo sicuro. Inoltre, i token cloud permettono di collegare non solo l’auto, ma anche numerosi altri device del consumatore direttamente al conto della carta presso la banca dello stesso.

In questo maniera, l’esperienza di acquisto complessiva è decisamente più user-friendly, poiché non è necessario inserire lunghe strisce numeriche riportate sulla carta prima di effettuare un acquisto. Inoltre, non occorre passare da un dispositivo all’altro per l’autenticazione del pagamento. L’applicazione attiva l’accesso tramite un processo a due fasi.

Looks like you have blocked notifications!