Toto Wolff

Il team leader della Mercedes, Toto Wolff, contesta l’idea che il loro attuale dominio in Formula 1 potrebbe portare i fan ad allontanarsi, dicendo che la F1 rimane ancora imprevedibile. Nel 2019, i tedeschi hanno vinto il loro sesto doppio campionato consecutivo, con Lewis Hamilton che ha anche vinto il campionato piloti, battendo il record precedentemente detenuto dalla Ferrari. Dall’introduzione del motore turbo ibrido V6, sono l’unica squadra che ha vinto il titolo.

Ciò ha portato molti fan a etichettare la Formula 1 attuale come ‘noiosa’, ma Wolff non la pensa così e crede che ci sia ancora molto di cui entusiasmarsi e le vittorie in campionato non sono scontate. “La Mercedes che vince un sesto campionato non penso che allontani i fan dalla Formula 1, in quanto c’è ancora variabilità e imprevedibilità”, ha detto Wolff. “Non si sa mai prima del fine settimana se una Ferrari, una Mercedes o una Red Bull saranno in pole position e vinceranno la gara.

“La battaglia tra le generazioni è una grande attrazione: Sebastian Vettel contro Charles Leclerc, Verstappen contro Lewis Hamilton. Questo è qualcosa che attira il pubblico. “Per me la migliore notizia è che stiamo facendo crescere il nostro pubblico e la nostra base di fan con le generazioni più giovani. E penso che, nel complesso, siamo sulla buona strada”. Riconosce anche le valutazioni televisive e la crescente presenza sui social media della F1 mostra che le persone sono ancora interessate.

“Il fatto che il peso della TV si riduce non credo sia un problema solo per la Formula 1”, ha continuato. “In realtà è uno dei pochi sport che sta facendo crescere il pubblico. Se guardiamo al 2019 con quasi 2 miliardi di spettatori, 419 milioni di spettatori unici, quasi 90 milioni di spettatori in un fine settimana e una media di oltre 20 milioni di spettatori dal vivo per il Gran Premio.

“Siamo lo sport in più rapida crescita sui social media, anche rispetto a tutti gli altri sport. Puoi vedere che siamo sulla buona strada. Liberty sta facendo un buon lavoro aprendo lo sport ai social media. “Questi sono numeri enormi rispetto a qualsiasi altro sport là fuori. Quindi, in termini di attrazione globale per lo sport siamo messi bene.”