Formula 1: l’ex Mercedes Andy Cowell approda nel team Aston Martin?

Andy Cowell
Andy Cowell (GBR) Mercedes

La notizia che il capo della divisione motori di Mercedes F1 Andy Cowell ha accettato di lasciare l’azienda dopo 16 anni ha sorpreso la Formula 1 e ha comprensibilmente portato a speculazioni su dove potrebbe continuare la sua carriera. Uno degli uomini dietro le unità di potenza dominanti della generazione ibrida sarebbe ovviamente prezioso per qualsiasi produttore di motori, sia all’interno che all’esterno della Formula 1, ma c’è solo una destinazione che “ha davvero senso” se Cowell desidera rimanere coinvolto in Formula 1.

Non è la Ferrari, la Honda o la Renault, secondo il noto giornalista di F1 Joe Saward, ma l’Aston Martin. Sebbene l’Aston Martin non abbia attualmente piani pubblici per produrre il proprio motore F1, ha iniziato a sviluppare la propria unità di potenza interna per la sua prossima hypercar, la Valhalla.

L’auto sarà alimentata da un V6 da 3,0 litri turbocompresso con capacità ibride plug-in e sarà il primo motore progettato e sviluppato da Aston Martin dal 1968. Questo porta quindi alla domanda, potrebbe il produttore britannico prendere ciò che impara e applicarlo a un motore V6 ibrido da 1,6 litri, in grado di alimentare un’auto da F1, che ovviamente l’Aston Martin avrà dalla prossima stagione quando il Racing Point verrà rinominato .

Secondo Saward che, pur ammettendo che si tratti di pura speculazione, ritiene che potrebbe essere una possibilità se la società desidera davvero un “team di lavoro” in grado di vincere gare, che con un motore del cliente è improbabile. “Aston Martin è ora di proprietà di un nuovo ambizioso gruppo di investitori e gestisce un proprio team di fabbrica”, ha scritto nella sua newsletter aziendale, JSBM .

“Per vincere le gare deve smettere di essere un team di clienti e, sebbene sia costoso investire in un motore a sé stante, ha senso che Aston Martin lo faccia. “Avrebbe quindi molto senso per l’azienda avere il proprio V6 ibrido turbocompresso da 1,6 litri con specifiche F1, non solo per promuovere il marchio, ma anche per essere utilizzato nelle future auto stradali.

“Se si vuole ottenere un motore competitivo il più rapidamente possibile, la cosa migliore da fare è assumere l’uomo che sa come farlo e potrebbe produrre un motore adatto per il 2022 o il 2023, il che significherebbe che il motore potrebbe avere tre o quattro stagioni di F1 prima che le regole cambino per il 2026. Questa è solo una indiscrezione per il momento, ma un accordo del genere è l’unica cosa che ha davvero senso se Cowell punta a rimanere coinvolto in F1 …”

Ti potrebbe interessare: Mercedes: Andy Cowell annuncia la sua partenza

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI