in

Hamilton lascia la Formula 1: è pronto il sostituto

La profonda delusione per come si è concluso la stagione 2021 di Formula 1 potrebbe indurre Lewis Hamilton a un clamoroso ritiro.

Lewis Hamilton

Riavvolgiamo il nastro e torniamo al febbraio del 2021. Quando il team principal della scuderia Mercedes, Toto Wolff, parlò di un rinnovo dalla durata almeno biennale con Lewis Hamilton: desiderava trascorrere un Natale sereno, aggiungeva ironicamente l’alto dirigente del team. Che pareva sancire definitivamente un accordo pluriennale, dopo il semplice ‘annuale’ sottoscritto a poche settimane dal via della stagione ormai andata in archivio e valida esclusivamente per un campionato. Le parole erano giunte a pochi giorni dalla presentazione ufficiale della W12 e il rinnovo fino al 2023 è stato formalizzato pochi mesi più in là, a inizio luglio. Sembrava non ci fosse più niente da aggiungere, per la felicità di tutte le parti chiamate in causa.

Lewis Hamilton: il beffardo epilogo del Gran Premio di Abu Dhabi

Lewis Hamilton

Ciò almeno fino all’amaro epilogo del Gran Premio di Abu Dhabi, concluso in modo beffardo per Lewis Hamilton. Il sette volte campione iridato ha subito una cocente delusione, a causa delle modalità in cui ha ceduto la corona, e finito per maturare una sorta di disillusione verso il Circus. Che nella capitale degli Emirati Arabi avrebbe preferito veder trionfare Max Verstappen, quantomeno agli occhi del binomio Hamilton-Wolff.

Un indizio eloquente è pervenuto direttamente dal web, con il defollow messo dal 36enne nativo di Stevenage all’account Instagram della Formula 1. Insomma, sebbene abbia messo nero su bianco a un contratto di due anni non è escluso un ritiro in ‘stile Rosberg’. A onor del vero, qui le modalità differirebbero e non poco, visto che, diversamente dal tedesco, qui la carriera finirebbe a seguito di una sconfitta, peraltro bruciante.

Il papabile alla sostituzione

Lewis Hamilton

Secondo quanto comunica Il Corriere della Sera, Valtteri Bottas avrebbe già avanzato la propria candidatura per rifare capolino, lasciando l’Alfa Romeo con la quale ha firmato un accordo triennale. Per non lasciare la compagine di Hinwil scoperta – senza dimenticare le penali da corrispondere – accanto al primo cinese nella storia della competizione, Guang Yu Zhou, vi sarebbe il campione della Formula E Nyck De Vries, che sembrava già avviato verso la squadra elvetica.

Attualmente George Russell rappresenta l’unica certezza della Mercedes in vista del 2022, ma esercitare subito tali pressioni sul giovane ex alfiere della Williams rischierebbe di bruciarlo. Per tale motivo l’eventuale ingaggio di Bottas permetterebbe di andare sul sicuro, in continuità con il lustro 2017-2021, monopolizzato nella categoria costruttori. I prossimi giorni saranno probabilmente decisivi sulle sorti delle frecce d’argento, che mai come in questi giorni dà la parvenza di essere un cantiere aperto.

Looks like you have blocked notifications!