Hamilton, sorpreso che la F1 non si fermi con il coronavirus

Hamilton e Raikkonen
Hamilton e Raikkonen

Lewis Hamilton ha parlato dell’assurdità del fatto che la Formula 1 abbia deciso di andare avanti con il Gran Premio d’Australia mentre il mondo si sforza di ridurre le infezioni da coronavirus. Il campione del mondo in carica pensa che se la F1 non ha deciso di fermare il GP d’Australia è a causa delle terribili perdite economiche che causerebbe posticiparlo o annullarlo e mostra la sua sorpresa nella gestione del coronavirus da parte del suo sport.

“Il denaro conta. È scioccante. Sono molto sorpreso che siamo tutti qui, che siamo in una conferenza stampa e che ci sono così tanti fan in pista. Tutti stanno rispondendo, forse troppo tardi, ma la Formula 1 continua “, afferma Hamilton alla conferenza stampa di giovedì del Gran Premio di Australia del 2020 in F1. D’altra parte, Lewis è stato cauto sulla sua possibile posizione nel Gran Premio d’Australia questo fine settimana. Il britannico ricorda i problemi che hanno sofferto in preseason e che arrivano ad Albert Park con due giorni di test in meno rispetto allo scorso anno.

Il pilota Mercedes ha anche discusso del suo lavoro con un’organizzazione che aiuta il recupero dagli incendi che l’Australia ha subito negli ultimi mesi. “Sono arrivato lunedì. In inverno, ho tenuto d’occhio le notizie e le devastazioni verificatesi qui. Ho avuto difficoltà a capirlo. Volevo vederlo in prima persona. Mi ci sono volute due ore per andare in montagna, sono andato a vedere un’organizzazione che mi ha aiutato. Ho visto le persone della zona che hanno lavorato come volontari e mi hanno mostrato il lavoro svolto “, ha concluso il 6 volte campione del mondo.

Ti potrebbe interessare: Daimler: produzione in Cina stabile nonostante il coronavirus

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI