La bacchettata elettrica di Brecht ai politici europei

Michael Brecht Daimler Betriebsrat

La bacchettata elettrica di Brecht ai politici europei. I legislatori europei dovrebbero incentivare il potenziamento dell’infrastruttura di ricarica delle auto elettriche. Con la stessa determinazione con cui cercano di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Ha detto a Reuters Michael Brecht, presidente del consiglio aziendale generale di Daimler.

La bacchettata elettrica di Brecht ai politici europei: ha ragione

Ricordiamo volontà dell’Unione Europea di voler inserire limiti ancora più stringenti in tema di riduzione delle emissioni (obiettivo 2030, -50% rispetto ai livelli del 2021).

Con conseguenze pesanti per l’automotive. Ci sarebbe un aumento dei posti di lavoro a rischio: molti di questi dipendono dalla produzione di auto con motore a combustione. Benzina o diesel.

Riconversione elettrica Daimler

La domanda complessiva di auto a batteria potrebbe diminuire drasticamente se non fosse resa più attraente con l’aumento delle infrastrutture. Ci deve esser, ha concluso Brecht.

Il gruppo Daimler riconvertirà due storici stabilimenti tedeschi (Stoccarda e Berlino) per la produzione di auto elettriche. Ma questo processo non sarà a costo zero: nel sito di Untertürkheim almeno 4.000 dei 18.500 posti di lavoro verranno tagliati entro il 2025.

In più, servono investimenti per l’auto elettrica. Che costa. Col Covid, qual è il potere di spesa dei consumatori?

Hai le notifiche bloccate!