Mercedes-AMG C 53 2022 catturata in foto con quattro terminali di scarico

Mercedes-AMG C 53 2022 foto spia

Visto che la Classe S è stata presentata ufficialmente il mese scorso, la prossima rivelazione importante della casa automobilistica tedesca sarà la Classe C di nuova generazione. Nelle scorse ore sono state condivise online le ultime foto spia della presunta Mercedes-AMG C 53 2022 che andrà ad affiancarsi agli altri modelli della famiglia W206.

Anche se è ricoperto pesantemente dal camuffamento, questo prototipo mostra molte caratteristiche importanti che distingueranno la versione AMG da quella standard. Esempi sono il design della griglia frontale e l’impianto di scarico caratterizzato da quattro terminali.

Mercedes-AMG C 53 2022 foto spia
Mercedes-AMG C 53 2022 profilo laterale

Mercedes-AMG C 53 2022: un prototipo della berlina sportiva è stato avvistato durante un fase di test

La C 53 dovrebbe competere con artisti del calibro di Audi S4 e BMW M340i con la sua potenza compresa tra 350 e 400 CV. Tuttavia, al momento non è ancora chiaro quale propulsore sarà utilizzato da Mercedes.

Alcune indiscrezioni suggeriscono che la nuova Mercedes-AMG C 53 dovrebbe adottare il quattro cilindri turbo da 2 litri della serie 45 abbinato a un propulsore elettrico. Il V6 biturbo utilizzato sull’attuale C 43 riesce ancora a proporre il miglior sound nel suo segmento ma la stessa cosa non la si può dire per le varie vetture della serie 45 in cui il suono è stato reso più lieve a causa delle nuove normative.

Ritornando al prototipo della Mercedes-AMG C 53 2022, possiamo vedere quattro terminali di scarico di forma rotonda posizionati sul retro, proprio come visto sulla CLS 53. Purtroppo la parte anteriore è stata pesantemente oscurata dalla mimetizzazione, quindi non possiamo vedere il design delle prese d’aria, ma la griglia sembra disporre di barre verticali curve.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI