Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4 ottiene alcuni miglioramenti da G-Power

Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4 G-Power

G-Power modifica le auto Mercedes solo da pochi anni dopo essersi focalizzato inizialmente sulle BMW. Da allora, la società di tuning ha messo a punto diverse vetture AMG tra cui l’ultima Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4. Di serie, il modello è in grado di sviluppare una potenza di 640 CV e 900 nm di coppia massima se si sceglie la versione S top di gamma.

Grazie a G-Power, però, è possibile scegliere tre pacchetti di potenziamento. Il primo è il GP-800 che porta la potenza a 800 CV e 1000 nm. I numeri extra provengono dal performance software GP-800 dal costo di 3595 euro, dai nuovi turbocompressori da 6390 euro, dai nuovi tubi di scarico da 5360 euro, dai filtri d’aria sportivi da 238 euro e dall’impianto di scarico in acciaio inossidabile da 4850 euro.

Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4 G-Power
Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4 by G-Power motore

Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4: G-Power riesce ad estrarre fino a 800 CV e 1000 mm grazie ad alcune modifiche

In merito a ciò, il tuner sostiene che questo pacchetto migliora le prestazioni, la reattività e l’erogazione della coppia e allo stesso tempo ottimizza l’efficienza del propulsore e il consumo di carburante.

Il pacchetto di aggiornamento intermedio, il GP-750, propone 750 CV di potenza e 1000 nm di coppia massima. Il software costa 2995 euro e porta con sé anche dei tubi di scarico personalizzati. Ultimo ma non meno importante è il pacchetto GP-700 che fornisce 700 CV e 950 nm al costo di 2495 euro.

La Mercedes-AMG GT 63 Coupé 4 secondo G-Power ottiene anche alcuni piccoli aggiornamenti estetici come ad esempio i cerchi Hurricane RR prodotti dallo stesso tuner da 20″ o 21″ dal costo di 7950 euro e 8950 euro, rispettivamente. Infine, la società di tuning ha dichiarato che sta sviluppando un secondo set di cerchi con il nome di Hurricane RS.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI