James Allison
James Allison

Il direttore tecnico di Mercedes James Allison dietro le quinte ha parlato della nuova auto per la stagione di Formula 1 2020, suggerendo che è molto più di una semplice evoluzione del suo predecessore vincitore del titolo. In un video pubblicato da Mercedes domenica, Allison ha affermato che il team ha deciso di “fare una macchina che fosse aggressiva” con la nuova W11, invece di adottare un “approccio conservativo” per migliorare semplicemente la W10 del 2019.

“La tentazione per noi era solo quella di continuare a migliorare la W10 – dopo tutto ha terminato la stagione in maniera molto forte e si stava sviluppando molto velocemente durante tutto l’anno, quindi c’erano ancora molte opportunità per renderla più veloce”, ha detto Allison. “Questo approccio conservatore è stato molto, molto allettante. Ma alla fine, abbiamo deciso che non sarebbe bastato.”

“Sentivamo il respiro dei nostri avversari sulle nostre spalle. Conosciamo la loro fame e sappiamo che se non facciamo qualcosa di impressionante con questa macchina, ci mangeranno e ci lasceranno indietro. Quindi, abbiamo deciso di realizzare un’auto ancora più aggressiva. Nonostante il fatto che non ci siano cambiamenti nelle normative, abbiamo modificato ogni parte dell’auto con l’obiettivo di sfidare noi stessi per migliorarla” ha aggiunto Allison.

Nel video, Allison evidenzia molteplici aree di innovazione, vale a dire il concetto aerodinamico intorno alle ruote anteriori, la struttura di impatto laterale, le prestazioni e l’imballaggio del motore e il design “estremamente avventuroso” delle sospensioni posteriori. “Qui abbiamo un’auto che è in vantaggio rispetto a quella in termini di carico aerodinamico”, ha promesso.

Detto questo, c’era un argomento notevole che Allison non ha toccato, senza alcuna discussione su DAS – sterzo a doppio asse – incluso. Con l’obiettivo di vincere il loro settimo campionato mondiale al trotto, il messaggio della Mercedes sembra essere quello di rimanere affamati come sempre, e con un’auto che Allison spera che “sia un terreno fertile per svilupparsi fortemente durante la stagione 2020”.

Ti potrebbe interessare: James Allison, stratega capo della Mercedes, ha ammesso che il suo team sperava in qualcosa di meglio a SPA