Motori F1 in freezer, Mercedes dice sì

Toto-Wolff

Motori F1 in freezer, Mercedes dice sì. Di che parliamo? Honda a fine 2021 lascia il circus. Così, per la galassia Red Bull, si aprono scenari ignoti. Una strada è quella di mantenere il motore Honda gestendolo autonomamente a Milton Keynes. Ma in questo modo non lo sviluppi, visto che non investi nelle power Power Unit dal 2022 e fino ad inizio 2026, anno di adozione dei nuovi propulsori. Di qui l’idea: congelamento dei motori.

Motori F1 in freezer: sentiamo Wolff

Toto Wolff, durante il weekend del GP del Portogallo, potrebbe vorrebbe appoggiare la richiesta della Red Bull: “Capisco il loro punto di vista, non vogliono tornare a essere clienti”. Chiedendo motori fuori. !Vogliono essere un team ufficiale e hanno la possibilità di farlo. Forse sono fiduciosi che la Honda abbia pronto qualcosa che gli permetta di estrarre più performance dal motore. Comunque, penso che dovremmo fare tutto il possibile per dare a Red Bull questa opportunità.  Capisco che non vogliano entrare in una guerra di investimenti per sviluppare le Power Unit contro gli altri motoristi”.

Tris di motoristi in F1

Come si muoveranno Red Bull e Alpha Tauri in vista del prossimo anno? In scuderia l’asso c’è e si chiama Max Verstappen: una fornitura come si deve lo renderebbe una minaccia. I tre motoristi in F1 sono Mercedes, Ferrari e Renault. Chissà, potrebbe esserci un ritorno di fiamma con Renault, che ha segnato il poker vincente di Vettel. Per contrastare la dittatura senza pari di Hamilton.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI