Motori ibridi F1 ineguagliabili: il circus non li ha valorizzati

f1

Motori ibridi F1 ineguagliabili: il circus non li ha valorizzati. A dirlo a Motorsport.com è Wolff: “Credo che non ci sia stata un’adeguata narrazione dell’ibrido. Con il 50% di efficienza termica, la complessità delle tecnologie impiegate in queste macchine con i sistemi di recupero dell’energia cinetica e dei gas di scarico, le batterie utilizzate e la tecnologia al loro interno, ritengo che siano una bella vetrina per la tecnologia ibrida”.

Motori ibridi F1 ineguagliabili: vedremo la prossima generazione

Sentiamo ancora Wolff: “La prossima generazione di Power Unit, quando entrerà in vigore, sarà ancora più orientata alla sostenibilità del recupero energetico e dei sistemi di propulsione. Sappiamo che bisognerà riconsiderare i costi, non vogliamo che l’approccio sia esclusivamente ingegneristico, come lo è ora. Piuttosto, dovremo impegnarci affinché i motori siano innovativi, sostenibili, potenti, ad alta efficienza energetica e dai costi non spropositati”.

E se Mercedes vincesse ancora?

È un po’ il gioco delle parti. Con l’ibrido, Mercedes ha piazzato la monarchia assoluta e inarrivabile. Ecco perché tutti sono contro l’ibrido in F1. Ovviamente, non è colpa di Mercedes se ha trovato la strada giusta per Power Unit imbattibili. Mercedes, Ferrari e Renault come motoristi, più una Honda altalenante. Il risultato è un trionfo unico e meritato da parte di Hamilton. Certo, sarebbe il colmo se, con la fine dell’ibrido, Mercedes continuasse a vincere.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI