Toto Wolff avrebbe voluto correre il Gp d’Australia

Toto Wolff
Toto Wolff

Secondo gli ultimi rapporti, il Gran Premio d’Australia è stato vicino a essere tenuto. Mentre le autorità della FIA e della F1 prendevano una decisione, le squadre si sono organizzate e hanno tenuto un incontro a tarda notte per giungere a una conclusione sulla gara. Inoltre, i rapporti suggeriscono che la decisione non è stata unanime ed è arrivata all’ultimo. Presumibilmente, Toto Wolff della Mercedes era riluttante a cancellare l’evento.

Con la McLaren che si era ritirata ufficialmente dal weekend di gara, tutte e 10 le squadre si sono riunite per decidere la partecipazione al GP. Presumibilmente, le cose si sono ridotte a un voto inconcludente. 5 squadre erano d’accordo a correre e 5 erano contrarie, con conseguente stallo. Auto Motor und Sport riferisce che Ferrari, Alfa Romeo, McLaren e Renault sono state fermamente contrarie alle corse di domenica. Inoltre, il rapporto suggerisce che Mercedes, Racing Point, Williams, Red Bull, AlphaTauri e Haas volevano partecipare al weekend di gara come da programma.

È interessante notare che Mercedes sperava in un fine settimana di gare regolare. A quanto pare, il caposquadra Toto Wolff ha ricevuto una telefonata dai superiori di Stoccarda che gli ordinavano di non andare. Di conseguenza, ciò potrebbe aver spinto l’austriaco a cambiare campo e schierarsi con coloro che non erano disposti a correre. Mentre le squadre erano al posto di guida, la F1 e la FIA guardavano silenziosamente. Tuttavia, la F1 ha chiarito tutta la confusione rilasciando una dichiarazione poche ore prima delle prime prove libere.

“Dopo la conferma che un membro del McLaren Racing Team si è dimostrato positivo per COVID-19 e la decisione del team di ritirarsi dal Gran Premio d’Australia, la Formula 1 e la FIA hanno convocato giovedì una riunione degli altri nove direttori della squadra. Quelle discussioni si sono concluse con una visione maggioritaria dei team secondo cui la gara non dovrebbe andare avanti ”recita una dichiarazione ufficiale di F1, FIA e AGPC.

Ti potrebbe interessare: FIA protegge la Ferrari: arrabbiati Toto Wolff e Helmut Marko

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!