Wolff in trattative con Daimler per valutare il futuro della Mercedes in F1

Toto Wolff nel paddock Mercedes

Daimler è in procinto di valutare il futuro di Mercedes in Formula 1. Nonostante la serie trionfante che hanno accumulato dall’entrata delle unità di potenza ibrida, i guadagni non sono stati esattamente enormi e la crisi del coronavirus è in agguato all’industria automobilistica. Toto Wolff è immerso in trattative che saranno sicuramente cruciali per il futuro del marchio nel Grande Circo. Il possibile addio del marchio della stella alla Formula 1 non è nuovo, poiché lo stesso Wolff ha mancato il GP del Brasile lo scorso anno per aver partecipato a un incontro con i leader di Daimler. Le notizie dalla Germania in merito a tale incontro non sono state incoraggianti, così come l’investimento di Toto Wolff in Aston Martin, che arriverà in F1 nel 2021 – in realtà sarà lo stesso team Racing Point, ma rinomato.

L’arrivo di un nuovo presidente nell’azienda – Ola Källenius ha sostituito Dieter Zetsche – è anche un fattore fondamentale in questa storia. Una storia che potrebbe avere un finale simile a quello della Volkswagen nella WRC – sono arrivati, hanno devastato per quattro anni e se ne sono andati a causa dello scandalo del “dieselgate” – … o no. Per ora, Toto Wolff ha rivelato che stanno attualmente studiando il futuro della squadra con sede a Brackley.

“Sono, ora senza Niki –Lauda–, solo con Mercedes come azionista del team e non si tratta solo di estendere il mio contratto come team manager, ma di ciò che facciamo con la società e questo è ciò di cui stiamo discutendo al momento “ha dichiarato Toto Wolff, in un’intervista per la rete televisiva ORF.

D’altro canto, l’ex pilota austriaco ha nuovamente affermato che il suo investimento in Aston Martin non cambierà la sua situazione all’interno del team Mercedes. Va da sé che Daimler possiede anche una percentuale di Aston Martin, quindi le operazioni di Toto sono in linea con l’azienda.

“Aston Martin è semplicemente un investimento finanziario, come ho sempre fatto. Credo nel marchio e credo in una strategia a lungo termine che potrebbe essere o non essere efficace per i prossimi anni. Ma in realtà si tratta di una diversificazione degli investimenti, non ha nulla a che fare con le mie attività operative “, ha aggiunto.

Per quanto riguarda il mercato dei trasferimenti e la sua gamma di driver per il futuro, Wolff non dimentica il giovane e talentuoso George Russell, ma ritorna per inviare l’avvertimento che Sebastian Vettel sarebbe un’operazione attraente per il marchio.

“Per noi, la domanda è cosa facciamo con George Russell. È un’opzione – per il futuro -. Poi c’è anche la variante di Sebastian Vettel. Ma questa non è la prima all’ordine del giorno perché dobbiamo concentrarci sulla nostra gamma di piloti” .

“Certo, un pilota tedesco con un’auto tedesca potrebbe essere una buona storia di marketing, ma siamo concentrati sulle prestazioni. Sebastian è davvero bravo, ma sta cercando un accordo a lungo termine. Può decidere da solo se vuole andare in pensione o far parte di un’altra squadra. Ci sono ancora alcuni posti interessanti “, ha concluso Wolff.

Ti potrebbe interessare: Hamilton e Wolff sono stati in contatto regolare durante lo stop

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Mbenz.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI