in

Mercedes-Benz F 200 Imagination: prove di futuro

Era l’ottobre 1996 quando al Salone dell’auto di Parigi venne presentata l’avveniristica Mercedes-Benz F 200 Imagination.

Mercedes-Benz F 200 Imagination

La Mercedes-Benz F 200 Imagination ha offerto uno scorcio emozionante e quasi incredibile del futuro al Motor Show di Parigi nell’ottobre 1996. Oggi, molte tecnologie dei veicoli di ricerca fanno parte da tempo della “normalità” nei mezzi di serie. Ciò sottolinea una costante lungimiranza dei ricercatori e sviluppatori per il domani: un continuo spostamento di possibilità e limiti. Oltretutto, la F 200 Imagination mostra come può essere una moderna e grande coupé, poiché illustra le caratteristiche essenziali del design della CL, che debutterà nel 1999. L’esemplare originale è ospitato nel Museo Mercedes-Benz e visitabile gratuitamente.

“I computer controllano i movimenti dell’automobile”; “i sistemi elettronici sostituiscono gli elementi di connessione meccanici”; “la sicurezza di guida ottimale in ogni situazione”: con queste e numerose altre affermazioni, la Mercedes F 200 Imagination fece scalpore in ambito comunicativo. E ovviamente la vettura stessa stupì i presenti. Peculiarità maggiore: non ha il volante. Il guidatore manovra con l’ausilio delle levette laterali e ha modo di scegliere se utilizzare la mano destra o sinistra. Difatti, c’è un sidestick nel pannello della portiera e un secondo sulla console centrale. Inoltre, il passeggero anteriore è in grado di subentrare in qualsiasi momento. Perché un terzo sidestick è installato nella portiera destra.

Il prerequisito è “drive by wire”: le unità, alla pari dello sterzo, non vengono azionate tramite collegamenti meccanici, ma semmai mediante dispositivi elettronici, elettrici e meccanici. Il “cervello artificiale” riconosce i comandi del conducente come un desiderio – accelerare, frenare, sterzare, fare retromarcia – e poi decide in un lampo la modalità per eseguire al meglio e in sicurezza le direttive, riportava l’ufficio stampa nel comunicato dell’ottobre 1996.

Ciò accade in base alla circostanza, sicché il computer sfrutta le informazioni provenienti da vari sensori su velocità, gomme, motore, condizioni del manto stradale e movimenti del corpo.” La F 200 Imagination viene testata pure nell’azienda stessa. Mercedes-Benz è un pioniere anche in tal senso: il primo simulatore di guida dell’azienda è stato inaugurato nel 1985. Nel 1998 il marchio ha presentato un controllo sidestick ulteriormente elaborato in un veicolo di prova basato su una SL della serie 129.

Mercedes F 200 Imagination: numerosi sistemi sono parte integrante della realtà odierna

Mercedes-Benz F 200 Imagination

Il sistema di visualizzazione della F 200 Imagination non è stato ufficialmente chiamato Widescreen Cockpit nel 1996. Ma il parallelo con l’attuale equipaggiamento Mercedes-Benz e anche con MBUX è evidente: i monitor a colori sono installati su tutta la larghezza della cabina di comando. Essi rappresentano la strumentazione e gli indicatori. In aggiunta al computer di bordo, i display mostrano i segnali delle telecamere che sostituiscono gli specchietti retrovisori, o “sistemi di retrovisione”, citando il comunicato stampa. Inoltre, sui monitor figurano telefoni, dotazione di navigazione, radio, lettori CD e DVD. A richiesta, il suono può essere trasmesso al passeggero anteriore tramite cuffie wireless. Il grado di digitalizzazione è notevole: addrittura la connessione Internet comprensiva di telebanking (come si chiamava all’epoca) e prenotazione alberghiera digitale è in fase di studio. Il tempo scorre veloce con la F 200 Imagination nel 1996.

Anche “Drive by wire” è diventato un veicolo di serie. Solo così possono funzionare sistemi quali il Mercedes-Benz DRIVE PILOT: in determinate circostanze, il conducente è sollevato da ogni responsabilità e l’auto è altamente automatizzata. Vista sotto questa luce, la Mercedes F 200 Imagination è stata pioniera nella guida autonoma 25 anni fa. Uno dei prerequisiti, che è di serie da un bel po’ ormai, è lo sterzo elettrico: il volante è il generatore di impulsi per i comandi e i dispositivi di azionamento. Allo stesso tempo, il meccanismo risulta più economico e contribuisce quindi all’efficienza globale.

La Mercedes F 200 Imagination offre tante altre innovazioni che sono ormai quasi familiari nei giorni nostri. Ad esempio, un sistema di fari con distribuzione della luce variabile, windowbag, controllo del telaio Active Body Control, riconoscimento vocale per il telefono cellulare, tetto in vetro elettrotrasparente e freno di stazionamento elettrico. Ciascuna delle dotazioni menzionate sono disponibili sui veicoli di produzione Mercedes-Benz, la maggior parte da diversi anni. A volte in una forma leggermente differente, ma è nella natura delle cose: lo sviluppo tecnologico non si ferma mai. La Mercedes-Benz F 200 Imagination sta a dimostrarlo.

Looks like you have blocked notifications!